Riduzione dell'impronta di carbonio delle isole, obiettivo Aciisi IPI2022

Bosco

Una società di consulenza delle Isole Canarie ha presentato un bando di gara per l'inserimento di personale innovativo nel tessuto produttivo (IPI2022) dell'Assessorato di Economia, Conoscenza e Occupazione, Propone le Canarie come portabandiera della decarbonizzazione dell'economia con un progetto tecnologico che consentirà di aprire una nuova linea di business in questa direzione e di incoraggiare lo sviluppo di ulteriori iniziative per ridurre l'impronta di carbonio dalle isole.

L'azienda è Virtual e Modular Ecosystem (EVM) ed è stata consigliata in materia di innovazione dalla rete CIDE della Fondazione Generale dell'Università di La Laguna, con la quale hanno gestito la sovvenzione IPI per affiancare al team un tecnologo specializzato che contribuisca allo sviluppo del progetto “Ingegneria della Decarbonizzazione”. Il progetto come servizio favorirà la realizzazione e l'attuazione di attività di R&S&I incentrate sulla decarbonizzazione dell'economia e derivate da questa filosofia.

Questo lavoro di consulenza li ha aiutati ad approfondire la strategia che deve seguire la futura linea di business della decarbonizzazione, stabilendo la loro visione e missione. La prima è quella di costituire EVM come azienda di riferimento nell'applicazione di soluzioni per l'efficienza energetica, attraverso lo sviluppo di soluzioni energetiche e prodotti digitali ambientali in grado di risparmiare energia e ridurre gli impatti atmosferici.

La visione: fare della decarbonizzazione, dell'efficienza energetica e della sostenibilità un elemento proprio della società, attraverso una gestione responsabile a partire da un criterio economico, tecnico etico e ambientale, mantenendo sempre un alto livello di specializzazione, qualità, esperienza e indipendenza.

EVM partecipa con la rete CIDE ad altre iniziative pubbliche, come il programma Innovation Management. Sia l'invito IPI che la rete CIDE fanno parte delle linee di assistenza alle imprese, alle persone e alle istituzioni legate ai settori dell'innovazione e della tecnologia per il 2022, promosse dal ministero dell'Economia, della conoscenza e dell'occupazione. Tali azioni sono cofinanziate dal programma operativo FESR Canarie 2014-2020 e dal FSE Canarie 2014-2020.

La Rete CIDE è inoltre uno strumento di assistenza specializzata e consulenza gratuita in materia di imprenditorialità, innovazione e trasformazione digitale, messo a disposizione delle imprese delle Canarie dal Ministero dell'Economia, Conoscenza e Occupazione attraverso l'Agenzia Canaria per la Ricerca, l'Innovazione e la Società dell'Informazione (ACIISI) e cofinanziata dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, con un tasso di cofinanziamento dell'85% nel quadro del Programma Operativo FESR Canarie 2014-2020.

Il bando di sovvenzione IPI 2022 del governo delle Canarie prevede oltre 1,3 milioni di euro per stimolare l'occupazione di professionisti altamente specializzati e di eccellenza che partecipino in qualità di tecnologi e tecnologi alle attività di R&S&I sviluppate da enti, sostenendo l'innovazione e la conoscenza, e stimolando gli investimenti nel settore privato.

Questa iniziativa dell'Aciisi mira tra l'altro a stimolare l'innovazione nel tessuto produttivo e imprenditoriale delle Canarie, a migliorare il collegamento tra domanda e offerta tecnologica e a favorire la cooperazione e il coordinamento in materia di ricerca scientifica e innovazione tra l'amministrazione, le imprese, le università e i centri di ricerca delle isole.

Traduzione di Francesca Usai

Etiquetas
stats